acqua-micellare-idrofil

Dai backstage di moda alle salviettine

Nata sul finire degli anni 80 nei backstage delle sfilate di moda, l’acqua micellare inizialmente veniva infatti utilizzata soltanto nell’ambito del trucco professionale, per velocizzare il cambio del trucco di modelle e soubrette televisive.

L’acqua micellare prende il nome dalla sua composizione: le micelle. Le micelle sono delle microsfere di tensioattivi che, aggiunte all’acqua termale, compongono appunto l’acqua micellare ed svolge le funzioni di struccante e tonico insieme. Con poche passate è possibile struccare e detergere il viso, risparmiando tempo e non appesantendo la pelle.

 

Noi di Idrofil, felici di migliorare i tuoi gesti quotidiani, presentiamo questa nuova soluzione beauty nelle salviettine struccanti arricchite inoltre con estratto di fiore di loto, che contiene potenti principi astringenti, idratanti, termoregolatori e di conseguenza rinfrescanti.

 

 

 

 

Pratiche, veloci e comode, le nuove salviettine struccantti all’acqua micellare con estratto di fiore di loto di Idrofil, detergono, struccano e idratano la delicata pelle del tuo viso.

assorbenti-fiore-loto-idrofil

Assorbenti: 5 cose che non sai sulla storia dell’igiene in rosa

Nato dall’idea di un uomo e per molto tempo acquistato solo dalle donne sposate: l’assorbente ha una lunga storia ancora oggi poco conosciuta.
Ecco cinque cose che forse non sapevi sull’alleato quotidiano di ogni donna.

1 –Fu grazie a Benjamin Franklin, il quale aveva brevettato dei medicamenti per fermare il sangue dei soldati feriti in battaglia, che nel 1888 venne studiato il modo per riadattare questa invenzione per il pubblico femminile.

 

2- I primi tamponi vengono venduti solo negli anni Trenta: un prodotto esclusivo, per nulla a buon mercato, che veniva acquistato solo dalle donne sposate in quanto poteva causare la rottura dell’imene e la perdita della verginità.

 

3 – Un oggetto “scandaloso” fin dall’antichità: si racconta che la filosofa e matematica Ipazia abbia lanciato un panno intriso del suo sangue mestruale ad un suo corteggiatore indesiderato, nel tentativo di scoraggiarlo.

 

4 – I primi assorbenti arrivarono in Europa solo durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel nostro paese a ancora più tardi: per decenni le donne italiane hanno continuato ad utilizzare dei panni di lino agganciati alla biancheria con delle spille.

 

5- In India, ancora oggi, soltanto il 12% delle donne ha accesso agli assorbenti e a prodotti igienici affini: in molti Paesi in via di sviluppo il ciclo mestruale è ancora oggi un taboo.

 

Noi di Idrofil, applichiamo la tecnologia più avanzata per poter garantire la protezione e il senso di libertà e sicurezza, tanto apprezzato dalle donne, in particolare durante i giorni della regola, con gli assorbenti della linea Lei, realizzati con materiale di prima qualità.

Scopri la vasta gamma di prodotti della linea Lei, pensati per ogni tipo di donna e per soddisfare ogni sua necessità.