Caldo Estivo – 5 pratici consigli per affrontare l’afa!

In questo periodo fa un caldo PAZZESCO!

A tal proposito, noi di Idrofil vorremmo darvi alcuni consigli per trovare refrigerio, consci del fatto che “migliorare i vostri gesti quotidiani” è la nostra MISSION principale!

Molti staranno pensando che con l’ondata di caldo che assedia le nostre case nessun rimedio avrà davvero effetto ma provate a seguire alcuni dei nostri consigli!

Ecco a voi alcuni consigli

  1. In casa:

    Create delle piccole gallerie di vento! Una delle cose che possiamo fare per arginare il caldo in casa, è aprire le finestre la sera in modo da creare delle correnti d’aria tra le stanze. Tenendo invece le tapparelle abbassate e le finestre socchiuse di giorno, dovreste riuscire a mantenere una temperatura più umana.

  2. Fate più docce durante il giorno:

    può essere fondamentale! Preferite l’acqua tiepida così il corpo non subirà un calo brusco di temperatura, in modo tale da rinfrescarsi senza percepire troppa differenza nel mentre. Ovviamente se fate più docce al giorno non esagerate con i prodotti per la pulizia che potrebbero irritarvi la pelle.

  3. Climatizzatore:

    usato correttamente e rispettandone la manutenzione è un ottimo alleato alla lotta al caldo ma ovviamente uno dei peggiori nemici della lotta al risparmio dato che è una delle voci che più influenza la nostra bolletta elettrica nel periodo estivo. Un uso sapiente può sensibilmente migliorare la qualità della vostra vita in casa. Con la funzione deumidificatore (se disponibile) si riesce ad avere una temperatura “rinfrescata” relativamente alta (per evitare un dannoso sbalzo termico)

  4. Ventilatore:

    un prezioso alleato per chi non ha il condizionatore. In termini economici ovviamente impatta molto di meno sulla bolletta. Basta pensare che un ventilatore da soffitto impatta mediamente per meno di 10€ sulla bolletta e se acceso tutto il giorno riesce anche ad abbassare leggermente la temperatura dell’ambiente oltre a favorire il ricambio e il movimento d’aria.

  5. Altri elettrodomestici:

    cercate di spegnere tutti gli altri elettrodomestici che non usate. Anche se in standby l’alimentazione comporterà un leggero aumento della temperatura.

OVVIAMENTE… Se nulla dovesse funzionare sappiamo bene che l’unica opzione che rimane è:

ALMENO 15 giorni di mare o montagna!